Che cos’è il ciclismo in realtà aumentata?

Che cos’è il ciclismo in realtà aumentata?

La realtà aumentata (AR) sta influenzando il nostro modo di andare in bicicletta, di acquistarla e di ripararla. Questa influenza non potrà che rafforzarsi, soprattutto dopo che Facebook, Apple e altre aziende avranno rilasciato gli smartglass AR.

L’AR è facile da usare ma difficile da spiegare. AR significa collegare informazioni digitali a un “bersaglio”, come un oggetto, una persona o una scena. Per vedere queste informazioni digitali abbiamo bisogno di un telefono cellulare, di un tablet, di smartglass o di un dispositivo montato sulla testa.

In questa schermata, possiamo vedere come il chilometraggio e altre informazioni vengono visualizzate nella visiera di un ciclista. Le informazioni sono “live”, cioè cambiano man mano che il ciclista si muove. Questa visualizzazione è molto semplice rispetto a quella dei visori dei piloti militari.

Realtà aumentata e shopping in bicicletta

Con l’AR possiamo esaminare un possibile acquisto di biciclette senza uscire di casa. Ikea e Wayfair sono due aziende che hanno fatto questo con i mobili. Dopo aver scaricato un’app, i clienti possono inserire nella propria stanza modelli digitali realistici di oggetti come i tavoli e verificarne dimensioni e colori.

Nel video qui sotto, un uomo che indossa una cuffia Hololens esamina una bicicletta digitale in realtà aumentata. Hololens, prodotto da Microsoft, è stato un pioniere delle cuffie AR. Era anche molto costoso. Con il miglioramento della tecnologia e la riduzione dei prezzi, ci saranno sempre più occhiali, visori e caschi dotati di AR. Ci saranno anche applicazioni, per la navigazione generale, per la sicurezza, per l’allenamento e la competizione.

L’impatto maggiore dell’AR sarà sulla sicurezza delle biciclette. Immaginate visori o occhiali che vi mostrano il traffico dietro di voi, la vostra posizione GPS e il percorso migliore da seguire. Se volete monitorare la vostra frequenza cardiaca o altre funzioni corporee, potrete vederle anche sul vostro visore. Non dovrete più abbassare lo sguardo per controllare un dispositivo! Le mani non lasciano mai il manubrio!

L’anno scorso, Cannondale ha pubblicato un ottimo esempio di come l’AR possa aiutare nella manutenzione e nella riparazione. La loro app è come un manuale d’uso e una radiografia video del funzionamento della forcella Lefty Ocho.

Molto probabilmente entro cinque anni l’AR ci permetterà di avere “riparatori digitali”, in grado di indicare un pezzo o un problema e di spiegare come funziona o come ripararlo. Il tecnico digitale sarà in grado di rispondere a domande e conversare, come Siri, ma con un corpo digitale.

L’AR è già utilizzata in medicina, nella scienza, nell’istruzione e nell’industria; Boeing ha iniziato a usare l’AR per la riparazione dei motori anni fa. Pokemon Go, il gioco più popolare mai scaricato, è un esempio di AR, così come la linea gialla o il primo down nel calcio. Tuttavia, l’utilizzo dell’AR nel ciclismo non solo porterà benefici ai ciclisti, ma mostrerà i vantaggi dell’AR al mondo intero.