PALERMO CALCIO


Muro dei Tifosi del Palermo Calcio

Qui solo gli ultimi messaggi inseriti. Rispondi o Leggi tutti i messaggi

 Inserisci un commento


Aquila1
di Palermo  
Amo Palermo  

La Gazzetta Dello Sport: 24 Punti per il Primato del Palermo dopo 12 Giornate della Serie B 2018-2019, il Palermo ha giocato 11 Partite ed ha già riposato 1 turno. 24 Punti in 11 Partite per i Rosanero frutto di 7 Successi , 3 Pareggi , 1 sola Sconfitta. Dei 24 Punti il Palermo ne ha collezionati 14 in Casa dove è ancora Imbattuto al Barbera con 4 Successi e 2 Pareggi in 6 Partite, mentre in Trasferta in 5 Partite ha ottenuto 10 Punti con 3 Successi , 1 Pareggio , 1 sola Sconfitta. Il Palermo di Tedino ha ottenuto ben 8 Punti nelle Prime 5 Partite, Stellone ha Ottenuto la Bellezza da quasi top record di ben 16 Punti su 18 nelle successive 6 giornate. Molto bravi pure l'AD Foschi e il Patron Zamparini.

5 LIKE 0 DISLIKE


Aquila1
di Palermo  
Amo Palermo  

Gazzetta dello Sport: “Con Stellone si tira il doppio. E se migliorassero la mira…” Gazzetta dello Sport: “Con Stellone si tira il doppio. E se migliorassero la mira…” di Redazione Ilovepalermocalcio Il Palermo di Stellone tira molto in porta, però spesso qualche tiro viene mandato fuori e su questo il tecnico dovrà far lavorare la squadra per far sì che diventi più precisa. Di seguito quanto scrive l’edizione odierna de la “Gazzetta dello Sport” su questo argomento: “Non basta mettere più attaccanti per diventare più offensivi. Un mantra ripetuto da tantissimi allenatori. In effetti una squadra, per definirsi a trazione anteriore, deve poi tradurre l’atteggiamento e le prestazioni in numeri e risultati. Il Palermo questa svolta l’ha ottenuta con il cambio in panchina da Tedino a Stellone. I risultati, fino a questo momento, stanno dando ragione all’ex tecnico di Frosinone e Bari. E a testimoniare che questo Palermo ha una propensione offensiva più spiccata, da quasi due mesi, è un dato non banale: quello dei tiri. STELLONE MEGLIO Dopo il cambio di allenatore, infatti, il Palermo di oggi tira quasi il doppio rispetto alla gestione Tedino. Con il precedente tecnico i rosanero tiravano in media 11 volte a gara, mentre con Stellone si arriva a tirare in media 20 volte a partita. Sotto questo aspetto il miglior Palermo di Tedino in questa stagione si è visto nel pareggio contro la Cremonese con 18 tiri (di cui 9 in porta). Con la Salernitana il dato peggiore con 6 soli tiri (2 in porta). Sembra quasi un paradosso, invece, il dato migliore di Stellone. Ad oggi, infatti, sotto la sua gestione il Palermo ha tirato di più nell’unico pareggio col Venezia: ben 26 volte (8 in porta).Mentre ha tirato di meno col Lecce, 14 volte (6 in porta). Inoltre, sono ben tre le occasioni in cui il Palermo di Stellone è riuscito a superare i 20 tiri. Oltre alla gara col Venezia, è successo anche col Crotone (24) e col Carpi (22). MIRA DA AGGIUSTARE Tanti tiri in una partita sono il frutto di un grande volume di gioco, ma allo stesso tempo c’è un aspetto che questo Palermo deve migliorare ed è la mira. La media dei tiri in porta, infatti, non è migliorata più di tanto. Se con Tedino i rosa centravano la porta 5 volte a partita, il dato con Stellone è di 6 tiri in porta a partita. Viene da chiedersi dove può arrivare questa squadra, che ha già conquistato il primato in classifica dopo il successo sul Pescara, quando aggiusterà pure la mira”. La Gazzetta Dello Sport.

6 LIKE 0 DISLIKE


Aquila4
di Palermo  
Amo Palermo  

Giornale di Sicilia: “Puscas giura fedeltà ma il sogno è la Premier” Giornale di Sicilia: “Puscas giura fedeltà ma il sogno è la Premier”. ARCHIVIO NEWS - 14 NOVEMBRE 2018 Giornale di Sicilia: "Assenti i nazionali, Moreo si candida titolare".

4 LIKE 0 DISLIKE


Aquila1
di Palermo  
Amo Palermo  

Gazzetta dello Sport: “Il Patto per la A del Palermo in scadenza. Per Jajalo, Struna, Aleesami e Rispoli rinnovo in caso di promozione” Gazzetta dello Sport: “Il Patto per la A del Palermo in scadenza. Per Jajalo, Struna, Aleesami e Rispoli rinnovo in caso di promozione”di Redazione Ilovepalermocalcio “Coraggio, altruismo e fantasia. Sono i particolari da cui si giudica un giocatore. Parafrasando De Gregori, il Palermo ha un gruppo che ha fatto sue queste caratteristiche, soprattutto nei giocatori in scadenza che si stanno rivelando dei professionisti esemplari, tanto da essere i pilastri di questa squadra. Jajalo, Aleesami, Struna, Rispoli, in rigoroso ordine di minutaggio, stanno dando l’anima per questa maglia, anche senza un rinnovo in mano. Erano dati in partenza in estate, ma la società non ha voluto regalarli a chi li chiedeva gratis per la situazione contrattuale. Ora costituiscono il valore aggiunto degli uomini di Stellone. Già, perché è di uomini che bisogna parlare, anzi di un patto tra gentiluomini sancito tra loro e il d.s. Foschi dal quale è emerso che il Palermo viene prima di tutto con all’orizzonte la proposta di un rinnovo automatico in caso di promozione. Un invito recepito come prospettiva di un futuro, si spera, radioso per il Palermo, perché la Serie A varrebbe un ingaggio importante, di almeno altri due anni, che in questo momento il club non può promettere, ma sul quale per il momento giocatori e d.s. hanno deciso di soprassedere per dedicarsi unicamente all’obiettivo di vincere il campionato. Un accordo tra professionisti che non esclude eventuali avances a gennaio, qual ora arrivassero, da parte di altre squadre e delle quali si discuterebbe tra società e diretti interessati per trovare la soluzione migliore per tutti e in tempo per intervenire eventualmente sul mercato invernale. I segnali che arrivano sono di remare tutti per la stessa causa, anche perché per alcuni dei giocatori in scadenza Palermo rappresenta ancora un’opportunità in futuro. In ogni caso si sono distinti nella scalata al primo posto, mostrando entusiasmo e voglia di combattere. STAKANOVISTA Jajalo guida questo gruppo a testa alta. Ha saltato solo la prima partita a Salerno per squalifica, poi le ha giocate tutte e dal via. Leader in mezzo al campo chiude e riparte palla al piede con veemenza avviando la manovra. Lotta e suda come un guerriero senza magari incantare troppo gli occhi ma badando alla sostanza. Si è tolto pure la soddisfazione di andare a segno nel successo di Carpi. Lo stesso si può dire per Struna. Messosi alle spalle l’infortunio che aveva condizionato l’inizio della stagione è tornato al centro della difesa e non è più uscito. Dalla gara di Lecce a quella con il Pescara è stato un impiego full time impreziosito anche dal gol allo scadere contro il Venezia che ha consentito al Palermo di acciuffare un pari in extremis. Home - Archivio News - Archivio News - CALCIOMERCATO - PALERMO - Gazzetta dello Sport: “Il Patto per la A del Palermo in scadenza. Per Jajalo, Struna, Aleesami e Rispoli rinnovo in caso di promozione” Gazzetta dello Sport: “Il Patto per la A del Palermo in scadenza. Per Jajalo, Struna, Aleesami e Rispoli rinnovo in caso di promozione” senza-titolo-1 Per non russare la notte Non lasciare che il russamento rovini le tue relazioni e le tue notti. Ecco come fermarlo. Doppia scatola, doppia forza Questo nuovo integratore arriva in una scatola doppia per agire con ancora più vigore. Ads by Facebook43TwitterGoogle+PinterestPiù... 14 NOVEMBRE 2018 ARCHIVIO NEWS, ARCHIVIO NEWS, CALCIOMERCATO, PALERMO di Redazione Ilovepalermocalcio “Coraggio, altruismo e fantasia. Sono i particolari da cui si giudica un giocatore. Parafrasando De Gregori, il Palermo ha un gruppo che ha fatto sue queste caratteristiche, soprattutto nei giocatori in scadenza che si stanno rivelando dei professionisti esemplari, tanto da essere i pilastri di questa squadra. Jajalo, Aleesami, Struna, Rispoli, in rigoroso ordine di minutaggio, stanno dando l’anima per questa maglia, anche senza un rinnovo in mano. Erano dati in partenza in estate, ma la società non ha voluto regalarli a chi li chiedeva gratis per la situazione contrattuale. Ora costituiscono il valore aggiunto degli uomini di Stellone. Già, perché è di uomini che bisogna parlare, anzi di un patto tra gentiluomini sancito tra loro e il d.s. Foschi dal quale è emerso che il Palermo viene prima di tutto con all’orizzonte la proposta di un rinnovo automatico in caso di promozione. Un invito recepito come prospettiva di un futuro, si spera, radioso per il Palermo, perché la Serie A varrebbe un ingaggio importante, di almeno altri due anni, che in questo momento il club non può promettere, ma sul quale per il momento giocatori e d.s. hanno deciso di soprassedere per dedicarsi unicamente all’obiettivo di vincere il campionato. Un accordo tra professionisti che non esclude

9 LIKE 0 DISLIKE


Aquila1
di Palermo  
Amo Palermo  

NUMERI IMPRESSIONANTI. I numeri di Stellone sono impressionanti: nessun tecnico subentrante aveva mai marcato un così netto cambio di passo. Lo stesso Iachini, che sostituì Gattuso, ci mise un po’ prima di trovare il ritmo primato. Allora, dopo 11 gare i rosa, già appesantiti da 3 sconfitte, avevano 18 punti, 6 in meno di oggi. Stellone sta facendo anche meglio del Palermo di Baldini ma costruito da Rino Foschi che nel paragone aveva raccolto 22 punti contro i 24 odierni. Col vantaggio che quest’anno il campionato è a 19 squadre, quindi la quota promozione è più bassa. SEGNALI DI SVOLTA. Stellone ha fin qui messo in pratica tutti i propositi che aveva enunciato al suo arrivo, a cominciare da quello di far sentire tutti importanti. Concetto che tutti gli allenatori esprimono ma difficilmente applicano. Il Palermo con lui ha cambiato continuamente uomini e modulo di gioco, mandano in campo 21 uomini. ZONA STELLONE. Il record più singolare ma allo stesso tempo indicativo si riferisce alla capacità di far gol nei minuti finali delle partite: intanto perché segnano una differenza nettissima rispetto alla scorsa stagione dove accadeva l’esatto contrario e chiama dunque una diversa convinzione, preparazione e personalità del gruppo. E poi perché i numeri stanno diventando davvero clamorosi: nelle ultime 6 partite giocate, il Palermo ha sempre segnato almeno un gol nei 15′ finali, ed addirittura in 5 lo ha fatto nei 5′ conclusivi . Moreo a Brescia, Nestorovski col Crotone, Puscas con Lecce e Cosenza, Struna con il Venezia, Murawski e Moreo con il Pescara. Una serie di reti in “zona Stellone” utili a fortificare morale e dare l’impressione di una squadra che non molla mai”. Questo un estratto di quanto scrive l’edizione odierna de il “Corriere dello Sport” sui numeri del Palermo.

8 LIKE 0 DISLIKE


Aquila1
di Palermo  
Amo Palermo  

Corriere dello Sport: “Stellone implacabile. Palermo numeri da A” Corriere dello Sport: “Stellone implacabile. Palermo numeri da A” di Redazione Ilove palermocalcio “Stellone sta guidando il Palermo ad uno degli inizi di stagione migliore di ogni epoca, fin qui secondo solo alla stagione 1955/1956 per quanto riguarda la serie B (allora in 11 partite arrivarono 8 vittorie, 3 pareggi e 1 sconfitta) ma dietro anche allo straordinario Palermo di Guidolin in Serie A nel 2006/2007 , quando nello stesso periodo i Rosanero avevano messo assieme ben 28 punti, frutto di 9 vittorie e 1 pareggio 1 sola sconfitta. Non a caso quei campionato si chiusero rispettivamente con una Promozion Diretta in Serie A e e una Qualificazione Europea in Coppa Uefa con il 5° Posto in Serie A del Palermo.

8 LIKE 0 DISLIKE


Aquila1
di Palermo  
Amo Palermo  

ARCHIVIO NEWS - 14 NOVEMBRE 2018 Moreo: «Voglio dimostrare che si può contare su di me. Quando sono arrivato...»ARCHIVIO NEWS - 14 NOVEMBRE 2018 Moreo: «Voglio dimostrare che si può contare su di me. Quando sono arrivato...»

0 LIKE 0 DISLIKE


Aquila4
di Palermo  
Amo Palermo  

E Oski Oski Oski ilija nestoroski Oski Oski Oski ilija nestoroski

0 LIKE 0 DISLIKE


Aquila1
di Palermo  
Amo Palermo  

Palermo: Foschi mette nel mirino un attaccante del Chievo Verona – i dettagli Palermo: Foschi mette nel mirino un attaccante del Chievo Verona – i dettagli. Il Palermo è primo in classifica e da tutti è considerata una delle favorite alla Promozione Diretta in Serie A. I Rosanero si stanno comunque muovendo sul mercato anche se manca ancora molto. Il Ds rosanero Rino Foschi avrebbe messo nel mirino l’attaccante classe ’91 del Chievo Verona Manuel Pucciarelli che fatica a trovare spazio e durante il mercato potrebbe cambiare aria, soprattutto se, riporta “SerieBNews punto com” dovesse partire capitan Nestorovski.

2 LIKE 0 DISLIKE


   Rispondi al commento


Qui solo gli ultimi messaggi. Leggi tutti i messaggi inseriti

Prezzo speciale PalermoRosanero.it
Altri oggetti in vendita:

VEDI ALTRI OGGETTI E MERCHANDISING

 

I nostri partner:
Giuseppe Falzone Fotografo Sito Modelle e Modelli Scambio visite gratuito COMPRA SPAZIO COMPRA SPAZIO